I colori della natura, il blu del mare, il verde delle colline, le sfaccettature dei vigneti e poi la spiaggia, il paesaggio incorniciato dalla bellezza e dalla storia.

Melissa, dal 1992 comune calabrese della Provincia di Crotone, è un pezzo di terra da scoprire capace di conquistare i visitatori non solo per le sue bellezze ma anche per le sue tradizioni soprattutto enogastronomiche.

Situata tra il mar Ionio e la Sila grande, la città è un borgo medievale. Una storia lunga che va ricercata nell’antichità e che è legata anche ad alcune leggende. Si racconta infatti che il suo nome derivi dalla maga Melissa, essere leggendario disegnato anche sullo stemma comunale.

La Torre Merlata

Ma la storia vive anche nel centro storico. Tra i luoghi da visitare anche la Torre Merlata (Torrazzo), chiamata cosi per il suo coronamento quasi ricamato. Costruita intorno al XII secolo, un tempo fu sede di villeggiatura delle tante famiglie feudatarie melissesi.
All’interno della Torre Merlata è stato allestito il Museo della Civiltà Contadina. Dalla Torre è possibile ammirare l’intera costa del Marchesato. Gli spazi ospitano anche molti eventi culturali, artistici ed incontri.

L’enogastronomia

Melissa è anche da gustare. Ottimi i vini delle cantine che operano sul territorio, così come tutta da assaggiare la sardella, il caviale di Calabria, la pasta fresca e tante altre pietanze tipicamente calabresi che si arricchiscono con i prodotti del territorio. Legata allo sviluppo delle vigne, nel 1979 è nata anche la denominazione Melissa DOC con vini sia rossi e che bianchi, i vitigni che rientrano nella denominazione sono Gaglioppo, Greco Bianco, Greco Nero, Malvasia Bianca e Trebbiano Toscano. Legate proprio alle tradizioni culinarie, vengono annualmente promossi eventi ed iniziative come ad esempio, Calici sotto le stelle.

A Melissa sventola la bandiera blu

C’è poi il mare, bello, pulito, cristallino. Melissa è bandiera blu dal 2012 e dal 2015 bandiera verde, un vero angolo di paradiso con una spiaggia incantata e anche a misura di bambino.

Related Posts