Il Castello di Carlo V

Il Castello di Carlo V

  • Più visto
  • 0 0 Recensione

Description

La sua maestosità sovrasta la città. Nella parte vecchia di Crotone, si erge il Castello di Carlo V, uno dei monumenti più interessanti da visitare e ammirare. La fortezza, costruita in epoca medievale, presenta una pianta poligonale e due torri: laTorre Aiutante e laTorre Comandante. Costruito nell’800 d.C. per difendere la città dalle incursioni saracene e ristrutturato durante il regno di Carlo V, la fortezza di Crotone rappresenta un esempio unico tra quelle medievali e rinascimentali, poiché mostra con evidenza le trasformazioni intercorse nell’architettura militare con il passaggio dalla difesa piombante (torri circolari che guardano verso l’entroterra) alla difesa radente (bastioni prospicienti il mare). Il castello di Carlo V è una fortezza di epoca medievale, dunque, simbolo della parte antica di Crotone. È di proprietà dello Stato, in consegna alla Soprintendenza per i Beni Archeologici della Calabria.

Il castello ha subito modifiche in epoca aragonese (ristrutturazione delle torri) ed è stato ampliato e ristrutturato durante il periodo viceregnale (costruzione dei bastioni), sotto il dominio di Carlo V. Nel 1541, sotto l’impero di Carlo V, la città di Crotone fu acquisita al Demanio Regio e il Viceré spagnolo Don Pedro da Toledo fece ricostruire il Castello nelle attuali forme. Perduta la sua funzione strategica, il castello passò dall’Amministrazione militare al Demanio dello Stato, eccetto alcuni locali usati come caserma di fanteria.

Durante la prima guerra mondiale vi furono istallate alcune batterie costiere. Nel 1960 il Genio Civile ha ricostruito la cortina sud, e nel 1980 la Soprintendenza per i beni A.A.A. e S. ha curato il restauro della Torre Aiutante. Gli spazi da visitare sono molti e alcuni di questi conservano storie incredibili. Il Castello inoltre regala una vista mozzafiato. I visitatori possono infatti anche ammirare il mare. La fortezza ospita il museo civico e la Biblioteca Comunale “Armando Lucifero” ed è spesso palcoscenico di eventi culturali.  Attualmente  è chiuso al pubblico.

Una breve cortina mai completata nella parte superiore, unisce il baluardo San Giacomo al baluardo Santa Maria anch'esso mai completato nella parte superiore e che affaccia verso il nord. All'interno del castello la torre dell'Aiutante simile a quella del Comandante era adibita a dimora degli ufficiali. La torre Marchesana invece a base circolare armata di quattro cannoni sorgeva all'interno del castello, nella parte centrale più elevata ed era un ottimo posto di osservazione. La Marchesana era il carcere per i forzati che costruivano il porto e riparavano il castello, fu danneggiata dal terremoto nel 1862.

In piena epoca spagnola, sotto il dominio del re Carlo V, Il castello di Crotone ospitava al suo interno la chiesa di San Dionisio, la chiesa Nuova, l'alloggio del castellano, i magazzini dell'artiglieria, una caserma per le donne, una prigione detta La Serpe, e ovviamente le caserme delle truppe.

Oggi l'interno della Torre Aiutante, reso accessibile dopo un lungo restauro, ospita suggestivi spazi museali dove si svolgono mostre, esposizioni e incontri culturali. Grazie al sapiente intervento delle amministrazioni comunali, il castello di Crotone è tornato ad essere protagonista indiscusso degli spazi culturali crotonesi.

Mappa - Indirizzo

Informazioni

Indirizzo Mappa
Castello di Carlo V, Crotone

Il Castello di Carlo V 0 reviews

Login to Write Your Review

There are no reviews yet.

Contattaci